del niente di tutto questo

e i ricordi sono tutti morti oppure riciclati come carta straccia per sporcare altra carta. dieci montenegro per digerire le tue parole. dieci dita in gola per vomitare le mie parole. e adesso puoi rinchiuderti ancora nel bagno. adesso puoi rinchiuderti per sempre tra le tue braccia e scrivere che siamo cannibali di noi stessi. sempre vegetariani con la bocca … Continua a leggere

delle tue certezze instabili

facciamo che fin quì abbiamo giocato e adesso inizia la vita vera. per questa nostra giovinezza attaccata al respiratore e questo insensato accanimento terapeutico fatto di rinvii di responsabilità. facciamo che adesso abbiamo capito che de andrè è una bomba che è stata disinnescata e quei vinili sullo scaffale sono residui bellici di una lontana guerra infinita. di questo paese … Continua a leggere