dei cieli a volte neri a volte bianchi che ci dividono

eravamo improvvisamente liberi e confusi come nella Russia post-sovietica. ho poi questo ricordo di te che mi dici il tuo nome e io che non l’avrei mai pronunciato cercando mille altri modi per chiamarti. come lei in quel film ti voltavi ed eri subito bellissima e prossima alla fine. la prossima fine sarà magari meno triste e meno melodrammatica. praticamente … Continua a leggere