della socialità come fragilità

in questa casa piena di libri in cui attraverso le pagine mille voci le parlano da luoghi e tempi lontani ma nessuno le sussurra buongiorno al risveglio. continua a ripetersi che dovrebbe avere uno sguardo più distaccato sul mondo, una visione universale delle cose. alleggerirsi del pronome io per rifugiarsi in un rassicurante noi collettivo. che se interi popoli riescono … Continua a leggere